La Madonna di Lepanto e la pergamena di Palermo

    La pergamena di Palermo Nel archivio della Regia Capella Palatina a Palermo di Sicilia si priserva una pergamena bizantina dove e scritta una copia di atti di fondazione di una fraternità religiosa del XI secolo. Il siede della  fraternità era a Tebe in Beozia. La pergamena e decorata con una miniatura della icona della "Ypergahia Theotokos Naupaktitissa" (Madonna di Lepanto) che era priservata nel monastero collo stesso nome. La venerazione della Madona di Lepanto aveva come siede la Cattedrale della città ed  era diffusa nella Grecia Centrale. La fraternità particolare era fondata nel anno 1048.

La Cattedrale aveva ricievuto donazione e privilegi da parte dei imperatori del periodo medio e tardobizantino, particolarmente della dinastia dei Comneni. Uno crisobullo da Teodoro Angelo Comneno Doukas (1228) e gia priservato colla sua decizione di sostenere la Cattedrale e di offrirlo essenzione fiscale. I Veneziani rispettavano il culto della Madona di Lepanto e lo seguirono. Il culto, nel tipo iconografico della Madona implorante, como sulla pergamena, era adottato anche in Italia. 

Regione di Grecia Occidentale
ESPA logo
Progetto co-finanziato dall'Unione Europea - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale
ESPA logo