L'antica Calcide
L'antica città di Calcide si trova sulla collina di Aghia Triada, ad Est rispetto l'insediamento di Kato Vassiliki a Chalkeia, accanto al mare. Fu costruita in una posizione strategica per la comunicazione marittima, ovvero presso l'apertura occidentale del golfo di Corinto, e in una zona fertile per la coltivazione. Di essenziale importanza per l'ubicazione dell'abitato fu la posizione particolarmente protetta dell'area che appare fortificata in maniera naturale nel lato interno ad eccezione di un unico punto d'accesso presso l'odierno lago di Gavrolimni.
L'antica Calcide è nota dal Catalogo delle Navi di Omero. Nonostante l'assenza di dati epigrafici, i dati storici e le informazioni provenienti dagli scavi archeologici rendono abbastanza sicura l'identificazione dell'insediamento con le rovine sulla collina di Aghia Triada.
Kato Vassiliki Resti Archeologici
Per quanto concerne l'abitato antico, attualmente vi sono pochi resti visibili. Il materiale edilizio dalle mura antiche fu riutilizzato nella fortificazione del periodo bizantino e nella basilica paleocristiana. Del tempio antico si conserva un frammento della sima che si data al primo periodo classico. Gli scavi archeologici hanno infatti rivelato la presenza di altri luoghi di culto databili a partire dal VI secolo a.C. in cima alla collina.
Inoltre, sul versante Sud-Est della collina, sono state indagate le fondazioni di alcune abitazioni del periodo ellenistico che restituiscono ceramica e una grande quantità di monete, fondamentali per la ricostruzione dei rapporti commerciali dell'abitato con le altre città durante quell'epoca.
Sul lato Est della collina sono stati individuati resti archittetonici del periodo arcaico e classico. In adiacenza, e in strati più profondi, è stata inoltre trovata ceramica geometrica dell'VIII secolo a.C., mentre i livelli di vita ancora più antichi contenevano elementi datanti (tra i quali un focolare) che risalgono ai periodi Protoelladico I e II (III millennio a.C.).
Ai piedi della collina, sul lato Ovest, sono state scoperte le fondazioni di abitazioni arcaiche (fine VIII – inizio VI secolo a.C.) in buono stato di conservazione. La ceramica rinvenuta è esclusivamente corinzia, rinforzando la teoria secondo la quale l'antica Calcide fu colonia di Corinto. Sotto gli strati arcaici sono rinvenuti resti archeologici che si datano al medio e al tardo periodo miceneo (XIV e XII secolo a.C.). Durante il periodo ellenistico l'abitato insiste nella zona più alta della collina esclusivamente entro le fortificazioni ellenistiche, mentre l'area con le abitazioni arcaiche fu utilizzata come cimitero.
Fortificazione Nell' Area Di Pangali
La fortificazione presso il sito di Pangali ò Tapia, ai piedi del monte di Varasova sul lato Est, dista circa 1.5 km dalla collina di Aghia Triada. L'altopiano di forma oblunga è difeso naturalmente nei lati lunghi, mentre quelli corti sono protetti da una fortificazione ben conservata con degli elementi di rinforzo. Questi sono costituiti da torri di tipologia a base quadrata con dei lucernari triangolari per agevolare i difensori e si datano al tardo periodo classico (IV secolo a.C.). Gli archeologi ritengono che la fortificazione fu costruita dagli abitanti dell'antica Calcide come luogo di rifugio in caso di estrema necessità.
Regione di Grecia Occidentale
ESPA logo
Progetto co-finanziato dall'Unione Europea - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale
ESPA logo